home | news | me | books | magazines | projects | gallery | archives | contacts

Seada non ce l'ha fatta

tursiope

rete regionale avevano effettuato un prelievo del sangue per accertarne le condizioni ed era stata avviata l'alimentazione con pesce fresco. Lo staff dell'AMP Tavolara era in costante collegamento con la Regione Sardegna e con i maggiori esperti europei della specie per definire lo sviluppo dell'intervento di recupero. Già dalla prima notte, la Guardia Forestale e i Barracelli, la polizia ambientale locale, avevano assicurato un costante controllo. Nel pomeriggio del 25 i risultati delle analisi del sangue fornivano un quadro ottimistico sulle condizioni di Seada. Si era già avviata la procedura per sostituire all'acqua dolce l'acqua marina in previsione di dover affrontare un periodo di riabilitazione di qualche giorno. Alle una del mattino del 26, Seada nuotava ancora. Alle 7, purtroppo, veniva trovata morta sul fondo della piscina. Forse sarà l'autopsia a farci capire come è morta e cosa l'aveva portata allo spiaggiamento. O forse non lo sapremo mai e potremo solo dire che ci abbiamo provato.
La breve storia di Seada ...
tursiope



© Egidio Trainito